Che cos’è un piatto prelibato senza il giusto bicchiere ad esaltarlo?
Lasciarsi andare al piacere della buona tavola significa godere del connubio perfetto tra cibo e bevanda, meglio se un calice di ottimo vino.
FORLÌ WINE FESTIVAL è il nuovo padiglione all’interno della fiera SAPEUR dedicato ai vini dell’Emilia Romagna, per gli appassionati, per gli esperti e per tutte le persone desiderose di accostarsi al mondo dell’enologia con un atteggiamento di scoperta, meraviglia e apprendimento.
Al centro di FORLÌ WINE FESTIVAL, c’è la cultura del mangiar bene e del buon bere, tramandata nel corso dei secoli e divenuta segno distintivo del nostro Paese.
La passione per la vitivinicultura ha spinto i produttori emiliano-romagnoli a investire molto in qualità, professionalità, tecniche di coltivazione e vinificazione nel rispetto della tradizione agricola, per ottenere prodotti sempre migliori, diventati oggi eccellenze che rappresentano non solo la Regione, ma l’intera Italia.

Ad ogni edizione verranno ospitati i vini di una seconda regione. Per quest’anno la scelta è caduta sulle Marche, che parteciperà attivamente con le eccellenze delle Terre del Verdicchio, del Conero, dei Colli Pesaresi, dell’Ascolano e infine del Maceratese.





PIU’ DI CENTO VINI DA DEGUSTARE
L’Emilia-Romagna offre una straordinaria varietà di vini, che si rispecchia negli stand di Forlì Wine Festival, il salone consacrato alle migliori cantine vitivinicole della regione e arricchito con le graditissime “incursioni” di pregiate etichette provenienti dai territori ospiti di quest’edizione 2016, le Marche e la Toscana. In totale sono una cinquantina i produttori presenti, che proporranno degustazioni di bianchi, rossi e frizzanti che già nei loro nomi, nei profumi e nei sapori, raccontano la storia del terra in cui vengono prodotti.
La seconda edizione del festival forlivese, anch’esso allestito da Romagna Fiere, si inserisce come un salone a sé stante ma ben collegato all’offerta complessiva di Sapeur. D’altra parte, tra “mangiar bene” e “bere di qualità” la distanza è breve come il passaggio da un padiglione all’altro del quartiere fieristico di Forlì che accoglie la tre giorni dedicata alle tradizioni culinarie italiane nella loro totalità, sia sul versante della gastronomia che su quello dell’enologia. Appuntamento, quindi, da venerdì 22 fino a domenica 24 gennaio 2016 nella fiera di via Punta di Ferro, a Forlì, anche per le generose degustazioni di vini.
Forlì Wine Festival è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dei sommelier dell’AIS Romagna, l’associazione che si pone da cinquant’anni come leader nella promozione della cultura del vino e dei prodotti tipici. Saranno loro, attraverso laboratori didattici a tema, workshop, degustazioni, incontri con esperti del settore, i principali animatori della manifestazione. In totale, parteciperanno oltre 50 cantine di Emilia-Romagna, Marche e Toscana, con più di cento varietà di vini a disposizione del pubblico. Saranno rappresentate tutte le zone che identificano le diverse produzioni regionali: quella dei Colli di Piacenza e di Parma, dove prevale la Barbera e la Bonarda; le terre del Lambrusco, nelle province di Reggio Emilia e Modena; i Colli Bolognesi e la basse valle del Reno, dove prevalgono vini bianchi di tradizione; il Ferrarese con le vigne impiantate a Fortana sulle sabbie del Delta del Po; la Romagna con Sangiovese, Albana e Trebbiano a dominare la scena.
In questa edizione saranno ospiti, però, anche i vitivinicoltori marchigiani - dalle Terre del Verdicchio a quelle del Conero, dai Colli Pesaresi a quelli dell’Ascolano e del Maceratese – e a loro si aggiungeranno i produttori dei migliori vini della Toscana con Chianti, Chianti Classico, Montalcino, Montepulciano, San Gimignano e non solo.
Forlì Wine Festival è un’occasione per acquistare e bere consapevolmente, per imparare a degustare lentamente per apprezzare gusto e aromi in abbinamento alle eccellenze culinarie. Ai visitatori verrà proposto un programma di incontri tenuti da docenti esperti e produttori, alla scoperta delle migliori realtà vitivinicole nazionali. Degustazioni verticali, comparazioni fra le migliori etichette per mettere in evidenza la storia di ogni bottiglia, dei territori e degli uomini che la producono, per condividere insieme le emozioni che esse trasmettono. In uno spazio riservato, seduti ad un tavolo, con la possibilità di prendere appunti, serviti dai sommelier, i partecipanti possono esaminare con tempo e calma i mille dettagli e sfumature di gusto offerti dalla scelta dei vini. Un’occasione dal duplice aspetto: acquisire sempre maggiori conoscenze e confrontare il proprio personale “gusto” con quello di chi professionalmente da anni ricopre un ruolo importante nel mondo del vino. E’ previsto anche uno spazio riservato ad incontri fra produttori o operatori del settore e buyer che visiteranno la manifestazione. Infine, per chi vorrà seguire il “percorso di gusto” proposto all’interno del padiglione verranno dati in omaggio un calice e la tasca
Per info e prenotazioni ai corsi: www.aisromagna.it
Segreteria A.I.S. Romagna - Tel. 0547 415249 (lunedì, mercoledì, venerdì, dalle 10:00 alle 13.00).

Edizione 2016

Venerdì 22 gennaio 2016, ore 19,00:
NOI E L’ALTRO SANGIOVESE
Degustazione guidata dal sommelier Marco Casadei
Pian Del Ciampolo Toscana Ig Rosso 2013 Montevertine
Chianti Classico Docg Riserva 2009 Felsina
Vigna Del Generale Romagna Doc Sang. Riserva 2012 Nicolucci
Pietramora Romagna Doc Sangiovese Riserva 2011 Fatt. Zerbina
Brunello Di Montalcino Docg 2009 Casanova Di Neri
Vigna Asinone Nobile Montepulciano Docg 2008 Poliziano
Sabato 23 gennaio 2016, ore 16,30
VERTICALE DI CODRONCHIO ROMAGNA DOCG ALBANA FATTORIA MONTICINO ROSSO
Degustazione guidata dal sommelier Vitaliano Marchi
Degustazione di sei annate di Codronchio

Sabato 23 gennaio 2016, ore 18,30
VITIGNI INTERNAZIONALI O AUTOCTONI DEL TERRITORIO
Degustazione guidata dalla sommelier Ilaria Di Nunzio
Luce Della Vita 2011 Frescobaldi
Tancredi Sicilia Igt Rosso 2010 Donnafugata
Magnificat Forlì Igt Rosso 2009 Tenuta La Palazza
Pelago Marche Igt Rosso 2009 Umani Ronchi
Marzieno Ravenna Igt Rosso 2009 Fatt. Zerbina
Don Ravenna Igt Rosso 2012 Villa Liverzano
Domenica 24, ore 16,30
CHAMPAGNE E METODO CLASSICO, STESSO METODO STILI DIVERSI
Degustazione guidata dal sommelier Roberto Gardini
Gran Cuvee Bianca Metodo Classico - Villa Rinaldi
Champagne Premier Cuvee - Bruno Paillard
Champagne Grand Brut - Perrier E Jouet
Trento Doc Extra Brut Riserva Lunelli - Ferrari
Champagne Rose’ - Michel Arnaud & Fils
Franciacorta Docg Cuvee Rose’ - Ca’ Del Bosco

  • RaT155x80-145x75
  • Logo-golagustando-copy
  • Logo_TN_Edizioni
  • ezebee-sapeur
  • cookacademy
  • italia_a_tavola
  • risto_news
  • banner_IFW
  • gv
  • logo-montaia
  • ecomuseo
  • logo ENO
  • logo ACI
  • logo ministero
  • logo UCER
  • logo AIS
  • logo confcommercio
  • logo amira
  • logo ADAM tondo
  • logo FEDER
  • logo FEDER forli
  • logo ADAC
  • logo Il Passatori
  • LOGO X EVENTI
  • patr
  • rem
  • cFC
  • pFC
  • uFC
  • cciaaFC